Risposta alla creazione del gruppo “Dio è incarnato nell’arci studenti di lodi”

dicembre 7, 2009 at 12:12 am 1 commento

Arci Studenti Lodi è stata soggetto di diffamazione da parte di un gruppo su Facebook dal nome “Dio è incarnato nell’arci studenti di lodi” (http://www.facebook.com/profile.php?v=feed&story_fbid=195081631651&id=1591445543#/group.php?v=wall&ref=search&gid=219444885287). Il gruppo riporta informazioni errate e provocatorie.

Innanzitutto il fondatore (Francesco Filipazzi) parla di una nostra presa di posizione nella questione della sentenza CEDU che disponeva l’estromissione di ogni simbolo religioso dagli Istituti Scolastici Statali. Arci Studenti Lodi non si è mai espressa nella vicenda e non ritiene assolutamente che “dire che non si deve togliere il crocifisso dalle scuole è una strumentalizzazione”. Qualunque socio si sia espresso in merito alla vicenda, ha trattato della sua opinione personale e non della posizione dell’Associazione. Probabilmente Filipazzi fa riferimento ad un gruppo nato in occasione della distribuzione in Piazza Vittoria a Lodi di Crocefissi Tau ai passanti: quest’ultimo gruppo è stato creato dai Giovani Democratici del Lodigiano e tra i sostenitori si può riconoscere il segretario uscente dell’Arci Studenti di Lodi. Questi però ha espresso la propria opinione e quella del Partito per cui vuole impegnarsi una volta lasciata la mansione di segretario della nostra Associazione.

La seconda questione affrontata nel suddetto gruppo riguarda i manifesti di Azione Studentesca che erano stati affissi nelle bacheche del Liceo Scientifico G. Gandini e del Liceo Classico P. Verri di Lodi. Come si può constatare dalla lettura di due note pubblicate da Roberto Gazzonis, segretario Arci Studenti Lodi e candidato in quei giorni nella lista “Studenti in Movimento” per il rinnovo degli organi elettivi della Consulta Provinciale Studentesca (elezioni vinte con il 71,2%), nei giorni 03/10/09 e 05/10/09, il simbolo stampato in filigrana nell’angolo sinistro dei manifesti (una circonferenza dal diametro di almeno 8 centimetri, al cui interno si trovavano due assi perpendicolari a formare una croce, dallo spessore di circa 1,5 centimetri) era stato riconosciuto come una Croce Celtica, ovvero riconducibile a parecchi movimenti xenofobi di estrema destra che si professano appartenenti all’ideologia fascista. Dopo che i manifesti erano stati ritirati, la Commissione Elettorale ha deciso di accettare il ricorso di Azione Studentesca, ri-affiggendo i cartelloni esortando però i componenti dell’Associazione a tagliare l’angolo contente il simbolo, considerato ambiguo e provocatore di incomprensioni. Quel simbolo è stato giustamente eliminato, poiché era troppo simile ad una Croce Celtica che, secondo moltissime leggi emanate dai Governi Italiani, non può comparire in luoghi pubblici. Il riconoscimento e la conseguente segnalazione al Dirigente Scolastico era avvenuta tramite studenti e professori dei due istituti: dire perciò “Poveri cari, scambiare degli assi cartesiani per croci celtiche in quinta superiore…” non è corretto, visto che l’incomprensione è scaturita anche fra il corpo docente.

Terza questione affrontata da Filipazzi riguarda le fantomatiche candidature Arci per la Consulta Provinciale Studentesca. Arci Studenti Lodi non si è presentata in alcun istituto lodigiano, bensì ha deciso di sostenere le liste “Studenti in Movimento”. Tanto meno queste liste candidavano soggetti appartenenti a Forza Nuova, come provocatoriamente dice Filipazzi: “Studenti in Movimento” era una rete di liste che facevano proprie le idee di un pensiero libero ed autonomo sulla società e che hanno portato avanti una campagna contro la strumentalizzazione degli Organi Studenteschi da parte di determinati Partiti del panorama politico italiano!

Mentre la seconda affermazione di Filipazzi può essere considerata come un commento pressapochista sulla vicenda, la prima e la terza diffamano l’associazione Arci Studenti Lodi, in quanto le vengono attribuiti comportamenti deplorevoli che non appartengono ai suoi campi d’azione e che non sono mai stati assunti.

Confidiamo che certi comportamenti non vengano più assunti da parte di chi si oppone alla nostra Associazione in futuro.

Arci Studenti Lodi

Annunci

Entry filed under: News.

“ECCO I PUNTI DELLA RIFORMA GELMINI” (L’Unità, 28/10/2009) Lettera su Il Cittadino, 22/12/09 – PARTECIPAZIONE AL CORTEO SODDISFACENTE

1 commento Add your own

  • 1. Marcello  |  dicembre 8, 2009 alle 5:03 pm

    Ottimo!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Arci Studenti su Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: