Programma della Lista “Studenti in Movimento”

settembre 11, 2009 at 3:05 pm Lascia un commento

Programma Elettorale della lista “Studenti in Movimento” candidata per le Elezioni Studentesche dell’autunno 2009 per il rinnovo degli organi della Consulta Provinciale Studentesca

INTRODUZIONE

CONCEZIONE DELLO STUDENTE E DELLA SCUOLA
Lo studente è un soggetto della nostra Società il cui ruolo e la cui importanza sono spesso sottovalutati. In particolare, l’intento di leggi come le ultime riforme scolastiche e i recenti tagli all’istruzione pubblica presuppongono una preoccupante svalutazione della funzione sociale dello studente, della scuola e del loro ruolo politico e culturale. In realtà non investire sugli studenti significa precludere il futuro di una Nazione e impedirle di generare nuove idee e nuovi modelli per progredire.
Noi ci poniamo, pur nella ridotta dimensione territoriale della Provincia e nel limitato ruolo istituzionale della Consulta Provinciale Studentesca, come i promotori di una rivalutazione del ruolo dello studente e della scuola per la crescita sociale e culturale del nostro Paese. Noi concepiamo lo studente come un soggetto sociale attivo, non relegato nei limiti dello studio o dell’obbedienza, ma libero di esprimere la propria creatività in tutti i campi del sapere e in tutte le forme di attività pratica, fino ad approdare nel mondo del lavoro con nuove idee e nuovi modelli professionali, politici, culturali e sociali da proporre al Paese. Noi concepiamo la scuola non soltanto come un luogo di istruzione, ma più in generale come un luogo di formazione del cittadino e della sua Libertà, all’interno dell’identità culturale e nazionale del suo paese e nel rispetto di sé e degli altri.

PROPOSTE

ORIENTAMENTO POST DIPLOMA – LAVORO
Ultimato il percorso di formazione superiore, lo studente che non desideri continuare il proprio percorso nell’Università si troverà di fronte la necessità di trovare un lavoro che gli dia da vivere e gli consenta di continuare ad avere una vita dignitosa ed un valore civile. Spesso tuttavia sono infinite le difficoltà che si trova di fronte, specialmente in una fase di crisi economica come quella attuale.

Noi proponiamo che: la Consulta Provinciale Studentesca collabori con il Sindacato Cgil e l’associazione Arci Studenti Lodi che gestiscono da poco tempo uno sportello per aiutare i giovani ad inserirli nel mondo del lavoro: una collaborazione resa ancora più concreta dal fatto che alcuni dei nostri candidati sono i promotori di questa iniziativa. Insieme, oltre ad informare i nostri coetanei dello sportello, organizzeremo assemblee, conferenze e dibattiti con sindacalisti, enti locali, referenti di aziende e agenzie di supporto per i giovani (come l’Informagiovani di Lodi).
Sarà inoltre possibile incrementare le risorse per l’organizzazione di stage alla fine dei percorsi di studio, al fine di facilitare i rapporti fra studenti e imprenditori, professionisti, aziende ecc.

ORIENTAMENTO POST DIPLOMA – UNIVERSITA’
Alla fine del liceo o di un istituto tecnico, lo studente medio può scegliere di continuare il proprio percorso come studente universitario. Questo gli offrirà la possibilità di entrare nel mondo del lavoro con una maggiore qualificazione e soprattutto di dare ancora di più il proprio contributo all’identità culturale del Paese. Una Nazione cresce se si elaborano idee nuove, un Paese progredisce se si inventano nuovi modi per organizzare la produzione, il lavoro, la costruzione, nuove tecniche, nuovi materiali ecc. Lo studente universitario si trova ad assumersi questa responsabilità nella propria scelta.

Noi proponiamo che: aumentino le possibilità di incontri con studenti e universitari, docenti universitari, professionisti del mondo del lavoro che hanno ultimato la propria formazione all’interno dell’Università, ricercatori, personale competente anche all’interno degli Istituti, al fine di facilitare l’importante scelta post-liceale in un’ampia consapevolezza delle possibilità a disposizione.

DIBATTITO SULLA SCUOLA E SULL’UNIVERSITA’
L’assetto del nostro sistema di istruzione è per certi versi piuttosto antiquato, specie per quanto riguarda i licei. Può essere utile sviluppare anche a livello provinciale un dibattito costruttivo sul tema dell’organizzazione dell’apprendimento superiore. Sono gli studenti che vivono la scuola e forse essi sono in grado di vederne i limiti e proporne riforme molto meglio di qualche tecnico del Ministero.

Noi proponiamo che: in tutti gli istituti vengano invitati, almeno una volta ad anno scolastico), politici e/o referenti del Ministero dell’Istruzione, rappresentanti della minoranza parlamentare, porta voci di comitati di genitori ed insegnanti ecc.: in tal modo lo studente, essendo debitamente informato del contenuto di nuove leggi e riforme su questo argomento, sarà consapevole di come è organizzata la Scuola Pubblica e Privata Italiana e potrà sviluppare nuove idee alternative su di essa.

ATTIVITA’ RICREATIVE E CULTURALI EXTRA-SCOLASTICHE
Consapevoli del fatto che lo studio non è affatto l’unico mezzo per la formazione del cittadino, consideriamo le attività ricreative come parte integrante del percorso di crescita dello studente medio. Una volta finito di studiare, esso deve avere possibilità di divertimento civili e non auto-distruttive. La scuola deve offrire gli spazi e i momenti adatti a tali occasioni di divertimento mentre la Consulta Provinciale Studentesca ha il compito di incentivare gli studenti alla partecipazione a queste attività, sia come protagonisti sia come spettatori.

Noi proponiamo che: vengano organizzate occasioni in cui sia data la possibilità alle band studentesche di esprimere liberamente la propria creatività nell’arte; vengano istituiti concorsi a premi di ambito provinciale per gli studenti medi nell’ambito di musica, danza pittura, scrittura, arte di ogni tipo e che sia data la possibilità ai vincitori e ai meglio classificati di tali eventi di ottenere contatti, audizioni, contratti, assunzioni, mezzi economici (buoni per sale di registrazione o acquisto di strumentazione musicale, mezzi d’accesso a scuola o corsi di alto livello ecc.) o altre occasioni per ampliare i propri orizzonti e la propria audience.

Noi proponiamo che: tutte le scuole (incluse le sezioni distaccate) restino aperte, oltre l’orario scolastico, tutti i giorni fino alle ore 17.00. Le biblioteche e le strutture di supporto (incluse le aule d’informatica) devono essere accessibili agli studenti anche per scopi non attinenti allo studio curricolare. Per quanto riguarda le biblioteche, ogni alunno sarà dotato di una tessera valida in tutti gli istituti superiori lodigiani grazie alla quale potrà prelevare, al fine della consultazione, libri di testo e volumi di vario genere.

IMPEGNO SOCIALE DELLO STUDENTE
Lo studente non è inserito nella società in quanto suo membro attivo solo in vista del futuro, ma anche nel presente. E’ importante che le scuole gli garantiscano ampie possibilità di rendersi socialmente utile fin dall’adolescenza.

Noi proponiamo che: vengano realizzati incontri con le associazioni di volontariato riunite in LausVol o con le associazioni umanitarie riunite in Lodi Solidale affinché lo studente medio possa partecipare attivamente ad iniziative offerte da queste e, in tal modo, fare delle esperienze che accrescano il sentimento sociale e culturale dell’individuo. Ad ogni partecipazione a queste attività, saranno rilasciati allo studente diplomi e certificati validi per il conseguimento del credito formativo.

Noi proponiamo che: venga instaurata una rete di informazione e di contatto fra gli istituti e alcune associazioni che da anni si impegnano in battaglie a favore della legalità, come ad esempio Libera-AntiMafia e I Ragazzi di Locri: offriremo loro spazi per banchetti e mercatini durante le assemblee di istituto e promuoveremo le loro campagne di finanziamento. In una società molto spesso sopraffatta dall’inciviltà, dall’immoralità e dalla corruzione, la legalità è un valore che deve diventare proprio di ogni cittadino italiano, a partire da noi giovani.

Il programma è provvisorio; sarà ultimato un paio di settimane prima delle elezioni. È gradita ogni vostro commento sui punti del programma e sulle proposte che avanziamo.

Potete scaricare il programma in versione PDF cliccando qui!

Annunci

Entry filed under: Consulta Provinciale Studentesca.

Le nostre opinioni e proposte in merito alla Legge Gelmini Come il Governo spende i soldi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Arci Studenti su Facebook


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: